impianti-zigomatici

L’innovativa tecnica degli Impianti Zigomatici

La migliore alternativa agli innesti ossei

Basta ai costosi viaggi in Croazia fatti soltanto per sostituire la protesi mobile con una fissa per poter avere di nuovo denti veri per sorridere, parlare e mangiare senza porsi problemi!

D’ora in poi non sarà più necessario praticare il turismo odontoiatrico per avere un sorriso bello e smagliante!

Da oggi con gli impianti zigomatici in Italia, anche chi soffriva di una grave carenza (atrofia) dell’osso mascellare, potrà, grazie a questa innovativa e collaudata tecnica implantologica, ricorrere all’implantologia “all on four”.

Nei paesi nord europei, questa tecnica chirurgica è largamente utilizzata fin dall’inizio degli anni ’80 ed ora, in seguito alla partecipazione a specifici corsi di specializzazione, anche alcuni implantologi italiani hanno deciso di consigliarla ai loro pazienti.

Gli innesti ossei

Chi, in seguito ad un naturale processo di invecchiamento, o per altre cause, si ritrova ad avere poco osso mascellare, non avrebbe potuto, fino a qualche anno fa, ricorrere alle protesi fisse, a motivo di uno scarso o comunque insufficiente ancoraggio dei perni degli impianti tradizionali alla mascella (l’osso dell’arcata superiore). innesto-osseo-vs-impianto-zigomaticoDoveva, infatti, accontentarsi di portare a vita una protesi mobile, oppure decidere di farsi praticare un innesto osseo. L’innesto osseo, che viene realizzato con prelievi da altre parti del corpo dello stesso paziente o con ossa di animali, è innanzitutto un delicato intervento chirurgico da eseguire ovviamente in anestesia generale, in secondo luogo richiede dagli 8 a i 12 mesi di guarigione per permettere all’osso una ricrescita sufficiente a permettere l’ancoraggio dei perni degli impianti tradizionali.

Soltanto una volta che sarà trascorso questo periodo sarà possibile per il paziente, con un secondo intervento chirurgico, farsi impiantare i perni necessari a sostenere la nuova protesi fissa. Questo percorso medico obbligava il paziente a dover sostenere 2 periodi di assenza prolungata dal proprio lavoro e a dover convivere per circa un anno con una protesi di tipo provvisorio con un grado di disagio superiore.

Gli impianti zigomatici

Oggi, invece, proprio grazie a questa nuova tecnica di chirurgia odontoiatrica, anche chi soffriva di questi gravi disturbi, una volta in possesso dei requisiti, potrà intraprendere questo percorso, che appare comunque, meno contorto del precedente già in partenza.

impianti-zigomaticiInoltre la percentuale di successo degli impianti zigomatici è vicinissima al 100%, richiede un solo ed unico intervento operatorio che potrà essere effettuato anche in anestesia locale e offre l’opportunità di poter avvitare la protesi fissa definitiva, già il giorno dopo o comunque entro 24 ore. Il disagio per il paziente è ridotto, così come si riducono i giorni di assenza dal lavoro (max 3/4gg.).

In ultima analisi anche i costi da sostenere sono comunque a vantaggio degli impianti zigomatici che risultano essere così più economici poiché concentrano in un’unica seduta tutta la procedura operatoria.

Dove trovare questi impianti?

In Italia, purtroppo, non ci sono moltissimi centri specializzati nell’offrire e praticare questa innovativa tecnica di chirurgia odontoiatrica, tuttavia se stavate cercando un centro specializzato in impianti zigomatici, siete atterrati nel posto giusto.

0 comments on “L’innovativa tecnica degli Impianti ZigomaticiAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *