mauro laus

La storia del presidente del Consiglio regionale Laus

La vita dell’attuale presidente del Consiglio regionale del Piemonte Mauro Laus è stata piena di vicende ed esperienze che l’hanno portato ad avvicinarsi al panorama politico italiano fino a ricoprire uno dei ruoli più importanti per il territorio piemontese e nazionale. Oggi padre di due figli e alla guida del Consiglio regionale piemontese, vediamo da dove è partito il percorso di Mauro Laus e come è arrivato dove è adesso.

 

Studi e carriera professionale

La vocazione di leader di Laus si è rivelata fin dalla più giovane età, quando ha iniziato nel 1990, a soli 24 anni, a occuparsi della gestione e presidenza di una piccola azienda del territorio torinese, che ha portato al suo massimo successo economico. La sua attività di amministratore ha seguito in parallelo prima gli studi accademici in Giurisprudenza, per i quali si è trasferito a Torino dalla Basilicata dove aveva trascorso infanzia e giovinezza, poi l’aspirazione politica, a cui inizia a dedicarsi attivamente nel 2005 quando viene eletto come consigliere regionale torinese fra le fila della Margherita. Dopo anni di interesse politico e impegno sociale, Laus ha definitivamente accantonato nel 2014 l’attività di manager aziendale, abbandonando la gestione dei servizi aziendali e il coordinamento di eventi e risorse umane per dedicarsi appieno alla politica.

 

L’esperienza come consigliere regionale piemontese

Dopo la prima nomina come consigliere nel 2005, Laus è stato nuovamente eletto nel 2010, questa volta fra le fila del Partito Democratico che aveva contribuito a formare, spingendo per l’unione della Margherita con DS. Nell’ottava legislatura, Laus ha svolto ruoli determinanti come vicepresidente della Commissione d’indagine speciale sull’Associazione Grinzane Cavour, oltre a prendere parte a quattro commissioni permanenti per economia, sanità, cultura e lavoro. I suoi compiti sono stati confermati anche nella nona legislatura, aggiungendo alle sue competenze anche la commissione per l’agricoltura e per la promozione della legalità.

 

Il contributo al Partito Democratico

Lo stimolo dato da Laus per la formazione di un gruppo regionale unico fra Margherita e DS è stato uno dei segnali più forti che hanno portato alla formazione dell’attuale Partito Democratico. Fin dal momento della sua creazione nel Novembre 2007, con l’eccezione dei pochi mesi trascorsi nel gruppo misto dei Moderati Riformisti, Laus ha aderito al Partito Democratico e ha contribuito a svilupparlo e rafforzarlo, svolgendo il ruolo di vicesegretario.

 

L’elezione a presidente del Consiglio regionale

Nel 2014, Laus si è ricandidato al Consiglio regionale all’interno del Partito Democratico ed è stato rieletto nella circoscrizione di Torino con oltre 7 mila preferenze. Il giugno dello stesso anno, al momento dell’insediamento della decima legislatura, 35 membri del Consiglio hanno votato a favore della sua elezione a presidente. Da allora svolge questo ruolo assicurando imparzialità e correttezza al consiglio, grazie all’ideale di onestà che lo ha guidato in tutto il suo percorso personale e politico.

0 comments on “La storia del presidente del Consiglio regionale LausAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *